BUNGEE JUMPING

Il ponte della Valgadena, tra Foza ed Enego, è una delle mete preferite dagli amanti del Bungee Jumping.

Il Bungee è uno sport giovane, e dei giovani reca in sé le caratteristiche della sfida, della ricerca di emozioni, della sperimentazione di sensazioni mai provate. Il tutto condito con un pizzico di follia. È stato brevettato dal neozelandese Alan John Hackett Bungy.

Il 25 giugno 1987, Hackett si buttava nel vuoto dalla Torre Eiffel di Parigi, eludendo la sorveglianza e pubblicizzando, così, in maniera sorprendente e spettacolare, il salto con l'elastico. La vera origine di questi salti va, però, ricercata tra i prodi di Bunlap (sull'isola di Pentecoste), nelle Vanuate, a Nord delle Nuove Ebridi, dove venivano praticati come riti di iniziazione. Ivanteam ti offre la possibilità di scegliere i "numeri" e lo scenario di quello che sarà il tuo leggendario BATTESIMO DELL'ELASTICO!

Lanciarsi nel vuoto e superare se stessi. C'è solo un elastico che ti tiene attaccato alla realtà. Un gradino della scaletta, un altro. Sei in cima. Intorno a te tace ogni rumore, non c'è più niente e nessuno. Adesso sai che ci riuscirai. Distendi le braccia come un uccello spiega le ali. E voli! Un volo leggero ed elegante, come quello di un'aquila. Flash di mondo guizzano via intorno a te e l'adrenalina schizza a mille. L'elastico ti porta con sé nei suoi rimbalzi esorbitanti. Ce l'hai fatta!!!

Jump Center Valgadena
175 metri l'altezza dal fondo valle
165 metri il salto totale
120 metri il primo rimbalzo
40 metri il volo libero
41,5 metri la lunghezza dell'elastico

Se vuoi sperimentare il "rito" del bungee, devi dichiarare agli operatori la tua sana e robusta costituzione. La tua firma in calce al regolamento certificherà la tua accettazione. Se sei minorenne, è necessario il consenso dei tuoi genitori. Costituiscono controindicazioni per chi intende saltare:
  • cardiopatie di qualsiasi natura
  • ipertensione arteriosa
  • sincopi o svenimenti di qualsiasi natura
  • alterazioni strutturali delle vie arteriose e venose
  • patologie gastrointestinali che possono subire l'effetto dannoso delle accelerazioni
  • danni dell'apparato osseo, muscolo-tendineo e delle articolazioni, tali da ridurre il controllo neuromuscolare dell'azione di gravità
  • patologie otorinolaringoiatriche con disturbi dell'equilibrio
  • patologie neurologiche centrali e periferiche (paralisi, paresi, epilessia, ecc.), psicosi, nevrosi importanti
  • patologie dell'apparato genito-urinario
  • stato di gravidanza
  • patologie oculistiche (miopia grave, miopia degenerativa, glaucoma, ecc.)
  • soggetti sotto l'influsso di droghe e alcool
Informazioni:
Quando: I salti verranno effettuati nelle seguenti domeniche (17 luglio, 7 agosto, 28 agosto, 11 settembre, 25 settembre, 9 ottobre)
Orari: circa dalle 11.00 alle 15.30/16.00.
Dove: sul Ponte delle Valgadena (il più alto d'Europa, 175 metri), quello che collega Enego a Foza;
Salto: si effettuano solamente salti singoli. Il partecipante non dovrebbe pesare più di 110 kg.
Abbigliamento: sportivo.

Contattare il sito di Ivan Team, sull'icona “vuoi osare di più”.

IMMAGINI

MAPPA

clicca per ingrandire
 
©Consorzio Turistico Asiago 7 Comuni 2013
Credits